• I Lolli
    I Lolli

    Tradizionale pasta fatta in casa che si prepara per il Natale

  • Il giardino degli aranci
    Il giardino degli aranci

    Un trionfo di colori verde e arancio, provate a immaginarne il sapore...

  • La Natività
    La Natività

    La capanna e la nascita di Gesù nel Presepe

  • Il Ciliegino di Pachino
    Il Ciliegino di Pachino

    Il tipico e famoso pomodoro di Pachino IGP

  • Le Concerie
    Le Concerie

    Tiepido tramonto riflesso sulla roccia calcarea di contrada Concerie

  • Il finocchio marino
    Il finocchio marino

    Nasce nelle zone sassose vicine al mare, si mangia crudo, oppure cotto;
    ha un gusto aromatico e gradevole

  • Isolotto Brancati
    Isolotto Brancati

    Isola di proprietà del chirurgo Raffaele Brancati che vi fece edificare una colorata casetta nel 1935

  • Operation Husky
    Operation Husky

    Monumento celebrativo del 70° anniversario dello sbarco in Sicilia

  • Museo Rudinì
    Museo Rudinì

    In allestimento, all'interno del vecchio palmento Rudinì

  • Il presepe
    Il presepe

    La magia dell'antica tradizione del presepe

  • La stella di Natale
    La stella di Natale

    La pianta simbolo delle festività natalizie

  • La gargolla
    La gargolla

    Parte terminale dello scarico dei canali di gronda ornata con figure animalesche, fantastiche
    o mostruose

news

Da Pachino a New York

New York la città che non dorme mai, come canta Frank Sinatra siciliano di origine, rappresenta il sogno di tanti e la città delle mille idee e opportunità. Pachino è nota anche nella grande mela

Proverbi e detti

 Proverbi e Detti  Traduzione letterale  Significato
A San Martino scassa a utti e bivi u vinu Il giorno di San martino rompi la botte e bevi il vino. L' 11 novembre giorno di San Martino si assaggia il vino novello.
Cu 'nappi 'nappi re cassateddi ri Pasqua Chi ha avuto ha avuto, delle cassatine di Pasqua. Chi ha avuto ha avuto, e chi ha dato ha dato.
Cu accurza allonca e cu allonca accurza Chi accorcia allunga e chi allunga accorcia. Chi prende la scorciatoia per fare prima, arriva più tardi di chi fa il percorso più lungo.
Càliti ca ti viru ! Abbassati perchè ti vedo! Lo intimavano i padroni ai contadini che se visti in piedi significava che non stavano lavorando.
Cu si vardàu si sarvàu Chi si è guardato si è salvato. Chi è attento e accorto non ha problemi.
'Ppi Natali 'npassu i cani, 'ppa strina 'npassu ri iaddina Per Natale un passo di cane, per la befana un passo di gallina. Per Natale le giornate sono corte, mentre a partire dalla Epifania le giornate si allungano cioè il sole tramonta più tardi.
Unni scoppa, ampìca Dove sbatte, attacca. Come deve andare andrà.
A matinata fa a jurnata La mattinata fa la giornata. Alzandosi di buon mattino si è più produttivi tutto il giorno.
Unni arrivi mietti zinca Dove arrivi metti il punto Fai quel che puoi, quello che riesci a fare fai.
Cu avi lingua passa u mari Chi ha la lingua passa il mare Chi sa parlare, se la sa cavare in ogni situazione
Unni tocca sona Dove tocca suona Sa fare bene qualsiasi cosa in cui si cimenta.
L'acqua ri unni ci ha passatu ci ha passari L'acqua da dove è già passata, ci ripasserà  
Se su caruti i nedda nun su caruti i tedda Se sono caduti gli anelli non sono cadute le dita  
U pisci ro mari è distinatu a cu sa' manciari Il pesce del mare è destinato a chi lo deve mangiare  
Uocciu ca nun viri, cori ca nun lori Occhio che non vede, cuore che non duole  
Càliti iunciu ca passa a cina Abbassati junco che passa la piena  
Ciumi ca rormi nun ci iri a piscari Fiume che dorme non ci andare a pescare  
Tiempu e buon tiempu nun rura tuttu u tiempu Tempo e buon tempo non durano tutto il tempo  
Rintra comu na iaddina, e fora comu na rigghina Dentro come una gallina, e fuori come una regina  
'A carni stapi bedda a iatta La carne sta bella alla gatta  
Viestiti furcuni ca pari baruni Vestiti forcone, che sembri barone  
Faciti beni a iatta, ca vi ratta Fate bene alla gatta, che vi gratta!  
Cu mancia fa muddichi Chi mangia fa molliche  
Cu avi i pieri, càri Chi ha i piedi, cade  
Mmuttari u fumu cca sdanga Spingere il fumo col bastone  
Cu si vesti ra robba i lautri, prestu si spogghia Chi si veste con la roba degli altri, presto si spoglia  
Cu ti sapi ti rapi Chi ti sa, ti apre  
Cu spenni picca, spenni assai Chi spende poco, spende tanto  

Select Language

Italian Arabic Chinese (Traditional) English French German Japanese Portuguese Russian Spanish

Sponsor

 

ranktrackr.net