• Antica fornace
    Antica fornace

    Particolare di un antico forno per la cottura del tonno

  • Il Ciliegino di Pachino IGP
    Il Ciliegino di Pachino IGP

    Il piccolo, dolce e gustoso pomodoro di Pachino IGP

  • Satiro
    Satiro

    Particolare architettonico di un edificio storico

  • Gelsomino
    Gelsomino

    Piccoli e profumatissimi fiori di gelsomino arabo

  • A Lattera
    A Lattera

    Vecchio modello di trappola per topi

  • U 'ncucciatu
    U 'ncucciatu

    Piatto tipico della tradizione con farina di semola e broccoletti

  • Limonium
    Limonium

    Cresce sulle coste italiane, sopporta l'aria salmastra, l'acqua salata, l'aridità, il sole cocente

  • Sciero
    Sciero

    Esemplare unico di imbarcazione da tonnara su cui stava il RAIS durante la tonnara

  • Pescheria
    Pescheria

    Pesce fresco in esposizione in pescheria, bello, buono e colorato

  • Tappeto di Posidonia
    Tappeto di Posidonia

    La spiaggia coperta da un tappeto di Posidonia strappata dal mare

  • La Balata
    La Balata

    Vista della balata dal lungomare Starrabba a Marzamemi

  • Barca rossa
    Barca rossa

    Una macchia di colore sulla spiaggia nella solitudine del mattino

news

Da Pachino a New York

New York la città che non dorme mai, come canta Frank Sinatra siciliano di origine, rappresenta il sogno di tanti e la città delle mille idee e opportunità. Pachino è nota anche nella grande mela

Giovanni Armone

Giovanni Armone è nato a Pachino il 29 agosto 1951 ed ha sempre amato il suo paese. I suoi grandi amori sono stati la letteratura, la storia, lo sport, il teatro, il cinema e la politica. Ha recitato in svariate rappresentazioni teatrali e al cimena in "Porte Aperte" il film di Gianni Amelio del 1990, ispirato all'omonimo romanzo di Leonardo Sciascia, successivamente nel film "Oltremare-Non è l'America" diretto da Nello Correale del 1998.

Il 10 giugno 2000 Giovanni è morto e molti lo ricordano per le sue oneste passioni. Ha scritto il libro "Poesie...sfogo di un'anima", a cura dell'Assessorato alla Cultura del Comune di Pachino - febbraio 2001. Ecco un suo componimento dedicato a Pachino.


IL MIO PAESE

Dove è finito il mio paese...
il paese dove sono nato
dove ho giocato, cresciuto, amato.
Dove. Vi chiedo dove è finito
il mio paese, quello dove si respirava
l'aria di mosto, quello dove si andava,
anche sotto la pioggia, a sentire la novena
del natale, quello in cui si litigava per
costruire il monopattino.
Dove è finito il mio paese
quello dove si andava al cinema
e si fumava di nascosto.
Non fatemi urlare, voglio sapere
dove avete trascinato il mio paese
dove non mi riconosco più.
Dove è finito il mio paese
quello che d'estate si riempiva
di gioia mentre si aspettava
il vecchio autobus per andare al mare.
Vi prego, vi supplico ditemi dove
è finito il mio paese, quello dove
si stava in piazza fino a tardi,
quello che mi ha visto arrossire
vedendo lei la prima volta,
quello che mi ha visto piangere,
sorridere o correre.
Vi chiedo ancora una volta
dove è finito il mio paese
dove lo avete fatto sprofondare
non lo riconosco più.
Perché devo leggere che
Nel mio paese si uccide,
si ruba, ci si droga e si muore.
Come potrò raccontare
ai miei figli che questo
una volta era il mio paese.

[Giovanni Armone
]

 

oltremare_1998.jpgporte_aperte_1990.jpg

 

Select Language

Italian Arabic Chinese (Traditional) English French German Japanese Portuguese Russian Spanish

Sponsor

 

popstrap.com