• I Lolli
    I Lolli

    Tradizionale pasta fatta in casa che si prepara per il Natale

  • Il giardino degli aranci
    Il giardino degli aranci

    Un trionfo di colori verde e arancio, provate a immaginarne il sapore...

  • La Natività
    La Natività

    La capanna e la nascita di Gesù nel Presepe

  • Il Ciliegino di Pachino
    Il Ciliegino di Pachino

    Il tipico e famoso pomodoro di Pachino IGP

  • Le Concerie
    Le Concerie

    Tiepido tramonto riflesso sulla roccia calcarea di contrada Concerie

  • Il finocchio marino
    Il finocchio marino

    Nasce nelle zone sassose vicine al mare, si mangia crudo, oppure cotto;
    ha un gusto aromatico e gradevole

  • Isolotto Brancati
    Isolotto Brancati

    Isola di proprietà del chirurgo Raffaele Brancati che vi fece edificare una colorata casetta nel 1935

  • Operation Husky
    Operation Husky

    Monumento celebrativo del 70° anniversario dello sbarco in Sicilia

  • Museo Rudinì
    Museo Rudinì

    In allestimento, all'interno del vecchio palmento Rudinì

  • Il presepe
    Il presepe

    La magia dell'antica tradizione del presepe

  • La stella di Natale
    La stella di Natale

    La pianta simbolo delle festività natalizie

  • La gargolla
    La gargolla

    Parte terminale dello scarico dei canali di gronda ornata con figure animalesche, fantastiche
    o mostruose

news

Turismo straniero in crescita in Sicilia nel 2020

Secondo le previsioni dell’agenzia Ovation Travel Group’s preparate per la rivista americana Forbes (magazine più famoso al mondo su classifiche, cultura, economica, leadership imprenditoriale, innovazione e lifestyle), la Sicilia si collocherà al secondo posto nella classifica delle migliori destinazioni al mondo per il 2020 e la prima tra le destinazioni europee. La lista è stata realizzata sulla base delle vendite e delle aspirazioni dei turisti americani.

Secondo il report dell'Ufficio Nazionale di Viaggi e Turismo le preferenze ricadono sempre di più all'estero tanto che i viaggi verso queste mete sono aumentati del 6% nel 2018 con un record di 93 milioni di viaggiatori in un anno. Sembrerebbe proprio però che la nostra Sicilia sia una delle destinazioni preferite dagli americani tanto da aggiudicarsi un ambitissimo secondo posto.

In Europa, stando sempre al giudizio della rivista americana, la Sicilia sarebbe la migliore destinazione in assoluto, prima ancora della Douro Valley in Portogallo, di Dubrovnik in Croatia e di Kotor in Montenegro. Tra le altre destinazioni segnalate da Forbes invece troviamo Cape Town in Sud Africa, la Patagonia di Argentina, Kigali in Ruanda, il Deserto di Atacama o Chiang Mai in Thailandia.

L’Isola viene prediletta perché ha un patrimonio unico al mondo ed è proprietaria di alcuni dei siti turistici più notevoli sulla Terra, tra cui il capoluogo Palermo, ad Agrigento la leggendaria Valle dei Templi avvolta dalla vegetazione mediterranea, dove i resti di sette templi dorici si trovano in una cornice mozzafiato di mandorli ed ulivi.

Turismo straniero in crescita in Sicilia nel 2020

Secondo le previsioni dell’agenzia Ovation Travel Group’s preparate per la rivista americana Forbes (magazine più famoso al mondo su classifiche, cultura, economica, leadership imprenditoriale, innovazione e lifestyle), la Sicilia si collocherà al secondo posto nella classifica delle migliori destinazioni al mondo per il 2020 e la prima tra le destinazioni europee. La lista è stata realizzata sulla base delle vendite e delle aspirazioni dei turisti americani.

Secondo il report dell'Ufficio Nazionale di Viaggi e Turismo le preferenze ricadono sempre di più all'estero tanto che i viaggi verso queste mete sono aumentati del 6% nel 2018 con un record di 93 milioni di viaggiatori in un anno. Sembrerebbe proprio però che la nostra Sicilia sia una delle destinazioni preferite dagli americani tanto da aggiudicarsi un ambitissimo secondo posto.

In Europa, stando sempre al giudizio della rivista americana, la Sicilia sarebbe la migliore destinazione in assoluto, prima ancora della Douro Valley in Portogallo, di Dubrovnik in Croatia e di Kotor in Montenegro. Tra le altre destinazioni segnalate da Forbes invece troviamo Cape Town in Sud Africa, la Patagonia di Argentina, Kigali in Ruanda, il Deserto di Atacama o Chiang Mai in Thailandia.

L’Isola viene prediletta perché ha un patrimonio unico al mondo ed è proprietaria di alcuni dei siti turistici più notevoli sulla Terra, tra cui il capoluogo Palermo, ad Agrigento la leggendaria Valle dei Templi avvolta dalla vegetazione mediterranea, dove i resti di sette templi dorici si trovano in una cornice mozzafiato di mandorli ed ulivi.

 “Sicilia come autenticità”, a dirlo è Ashley Diamond, consulente di viaggio di lusso per Ovation Travel Group: “Questa isola ha una originalità che è ormai sbiadita in molte altre parti del mondo. Paesi come Noto, in provincia di Siracusa, sono famosi per la loro architettura barocca e le facciate in pietra calcarea”. Un turista attento ai dettagli è un visitatore consapevole di quello che vuole e sa dove andare, anche se si tratta di un paese poco collegato dal punto di vista infrastrutturale.

È proprio questa la forza dell’Isola, saper promuovere le proprie bellezze senza avere la tecnologia che ormai molti richiedono. Inoltre, da non perdere, secondo Forbes, il paesaggio misterioso dell’Etna, il più grande vulcano d’Europa ed uno dei vulcani più attivi al mondo.

Il magazine consiglia il viaggio soprattutto alle famiglie e alle coppie per trovare quella serenità nella semplicità delle cose in ambienti architettonici complessi.

La Sicilia è un bellissimo museo diffuso che va valorizzato al meglio, potenziando soprattutto le infrastrutture ed i servizi connessi, ovvero hotel, ristoranti, escursioni, enogastronomia, culture diverse da esplorare, sport, arte, manifestazioni, storia, giochi, studio, e molto altro.

Il segreto del successo dei più importanti operatori del settore dei viaggi e delle vacanze risiede non solo nella qualità impeccabile dei servizi rivolti ai visitatori, ma anche nella capacità di raggiungere la clientela internazionale con una comunicazione chiara, accattivante ed efficace. Per sua stessa natura, l’industria del turismo deve adattarsi a un’enorme varietà di lingue e a culture eterogenee.

Tantissime persone utilizzano internet per organizzare i loro viaggi e questo li mette di fronte ad una vastissima scelta di offerte, anche molto vantaggiose. Competere in questo mercato è complesso e ci vuole una strategia ben costruita. Studi recenti dimostrano che i consumatori sono più propensi all’acquisto quando possono informarsi e comunicare nella loro lingua. Spesso l’inglese è un ottimo veicolo, un perfetto compromesso fra il risparmio di tempo per l’azienda e il permettere che il cliente capisca quello che vogliamo dire. Tuttavia, come abbiamo affermato, il cliente ricerca siti nella sua lingua per una percentuale molto maggiore rispetto a quella con cui si approccia a siti stranieri.

Per tutti questi motivi è indispensabile affidarsi ad una società di traduzione che traduca e localizzi con la massima professionalità ogni genere di contenuto web, digitale o su carta stampata, oppure ancora servizi di interpretariato

Un buon servizio di traduzione e interpretariato per il settore degli hotel, dei ristoranti, dei catering e per l’indotto di questo comparto (arredamento, tecnologia, forniture alberghiere, sicurezza, ecc.) è necessario per dare al cliente ciò che chiede quindi, è necessaria non solo una buona offerta, ma una buona offerta in diverse lingue.

 

 

 

 

 

 

 

Select Language

Italian Arabic Chinese (Traditional) English French German Japanese Portuguese Russian Spanish

Sponsor

 

popstrap.com